mattoni
in vetro
metodi di posa
Posa tradizionale

La posa tradizionale si esegue con l’ausilio di un legante cementizio come la Vetromalta (in alternativa malta tradizionale con impasto di cemento tipo Portland, o analogo, di classe 3.25), con l’inserimento di distanziatori in plastica, di tondini in acciaio inox, e del giunto di dilatazione e di scorrimento.



Il tondino in acciaio inox, inserito all’interno di ogni fuga sia verticalmente che orizzontalmente, consente una maggiore stabilità e resistenza meccanica alla parete.



Per facilitare e rendere più rapida la posa, Seves propone una gamma di distanziatori in plastica che favoriscono la realizzazione di fughe di spessore costante e riducono il rischio di contatto tra i tondini di armatura e il fianco dei mattoni di vetro.



Per assorbire eventuali assestamenti della struttura occorre inserire lungo il perimetro laterale e superiore il giunto di dilatazione Seves, adesivo su un lato per poter meglio essere posizionato sulle strutture in aderenza.

È opportuno inoltre inserire il giunto di scorrimento anche alla base per non creare coesione con il fabbricato.




Per approfondimenti: